Now use MarkDown

Signed-off-by: Marco Marinello's avatarMarco Marinello <mmarinello@sezf.it>
parent 8c54bc0c
# FUSS FUCC
## Fully Unattended Clonezilla Cloning
## Ottenere una copia di FUSS FUCC
### Da repository
Per ottenere l’ultima versione del software è possibile scaricare direttamente l’archivio git sul server:
```bash
apt-get install git
cd /opt
git clone https://work.fuss.bz.it/git/fuss-fucc
```
### Da un archivio tgz
Bisogna copiare l'archivio FUCC-XX.tgz sul server (in genere va bene anche la cartella "/tmp").
Una volta effettuato questo passo bisogna estrarre la cartella dall'archivio con il comando:
```bash
tar -C /opt -xvzf FUCC-XX.tgz
```
## Verifica importante (ed eventuale modifica da fare)
Se sul fuss-server la cartella di clonezilla é "/srv/clonezilla" non c'é bisogno di fare nessuna modifica.
Nel caso in cui la cartella fosse un'altra (ad esempio "/var/clonezilla") e si volesse tenere questa bisognerá effettuare delle correzioni ai seguenti file nella cartella FUCC-XX prima di eseguire lo script installFucc.sh.
### File "default"
Questo file contiene i parametri di boot in cui viene specificata la "cartella di clonezilla" (che contiene le immagini per i cloni).
Bisogna cercare la stringa "clonezilla@proxy:/srv/clonezilla" e sostituire "/srv/clonezilla" con la cartella che si vuole usare.
Questa sostituzione é da fare 2 volte in questo file. Una per ogni "menu entry".
### File "installFucc.sh"
Qui bisogna cambiare il valore della variabile "clonezillaFolder" sostituendo il valore "/srv/clonezilla" con quello che si vuole usare.
## Configurazione del cambio automatico della password di root
FUCC è in grado di modificare automaticamente la password di root con una criptata che gli viene passata. Per configurarlo eseguire lo script
```bash
./gen-root-changepassword.sh
```
ed inserire due volte la password di root da dare ai client. Di norma questo script andrebbe eseguito prima di eseguire lo script installFucc.sh ; se doveste aver già eseguito l’installazione di FUCC potete semplicemente copiare il file `new_root_pw` da `clientScripts` nella cartella /srv/clonezilla/clientScripts o vostra equivalente.
## Copia in automatico dei file
Una volta effettuate le verifiche e fatti gli eventuali cambiamenti si puó lanciare lo script installFucc.sh.
## Compilazione della lista dei computer
Nella cartella "/srv/clonezilla" (normalmente cartella standard di clonezilla … meglio controllare!) ora si trova il file computerList.txt in cui bisogna elencare i nomi che si vogliono assegnare ai computer specificando il mac-address, l'immagine di clonezilla che si vuole usare per il computer facendo seguire questa indicazione alla parola "join" se si vuole agganciare il computer in dominio ed eventualmente, come ultimo parametro il nome del cluster, se nel dominio si usano i cluster.
Il file contiene un piccolo esempio.
## Primo lancio sul client
Una volta fatto tutto quanto descritto in precedenza si puó lanciare clonezilla su un computer (in genere si preme il tasto F12 … ma potrebbe variare a seconda del computer) per effettuare la copia delle chiavi ssh.
Quando compare il menu di clonezilla si sceglie la prima volta l'opzione "manuale" (vedi immagine seguente).
![clonezilla boot](images/setup-1)
Quindi confermiamo con "yes" (vedi immagine seguente).
![clonezilla boot](images/setup-2)
Inseriamo la password dell'utente clonezilla (del server) e confermiamo (vedi immagine seguente).
![clonezilla boot](images/setup-3)
A questo punto scegliamo di far partire una "shell" (vedi immagine seguente).
![clonezilla boot](images/setup-4)
Al prompt inseriamo il comando:
```bash
ssh-copy-id proxy
```
(vedi immagine seguente)
![clonezilla boot](images/setup-5)
Il sistema ci chiederá di inserire la password per l'utente clonezilla e, se si é inserita la password correttamente ci dirá che da ora in poi si potrá fare login senza specificare la password.
Importante! Questa operazione si deve fare una sola volta su un solo computer. Una volta che la chiave é stata copiata sul server questa vale per tutte le operazioni con clonezilla (sul server).
## 7. Reinstallazione di un’aula con FUCC
La procedura più semplice per reinstallare un’aula con FUCC è la seguente:
1. Accendere tutti i computer e, via cssh, verificare che l’ultima versione di octofuss-client sia installata;
2. Eseguire octofuss-client per effettuare un invio manuale dei dati al server;
3. Sul server, eseguire lo script gen-computerList.sh ;
4. Copiare il file list.txt al posto di /srv/clonezilla/computerList.txt
5. Procedere con la reinstallazione. Ai client verrà ridato lo stesso nome di prima e lo stesso cluster.
## 8. NOTA IMPORTANTE PER LE IMMAGINI CLONEZILLA!
Per le operazioni di clonazione in genere si usano le immagini standard messe a disposizione dal "Nucleo Fuss".
Queste immagini hanno la partizione directory radice ("/") nella SECONDA PARTIZIONE del disco fisso e pertanto nel file "script" é stata settata la variabile "rootPartition" con il valore "2"
Se si sceglie di creare proprie immagini con uno schema di partizionamento diverso si deve indicare in suddetta variabile quale é la partizione contenente la directory radice.
Questo deve valere per tutte le immagini che si intendono utilizzare.
File deleted
Markdown is supported
0% or
You are about to add 0 people to the discussion. Proceed with caution.
Finish editing this message first!
Please register or to comment