Commit 7357f7cb authored by Paolo Dongilli's avatar Paolo Dongilli
Browse files

Moved proposals into a new section called "Incubatore idee"

parent 7bd54a54
......@@ -10,7 +10,6 @@ Gestione dei FUSS server
server/principali_file_configurazione
server/firewall
server/aggiornamenti
server/migrazione_soft
server/backup
server/troubleshooting
......
Proposta 1: Installazione di FUSS Server partendo da Debian Cloud upstream
==========================================================================
**Autore:** Marco Marinello
Se si vuole installare velocemente un server virtualizzato
partendo da una versione aggiornata di Debian la scelta migliore è
sicuramente partire da un disco messo a disposizione direttamente da Debian.
Recandosi su https://cloud.debian.org/images/cloud/ è possibile vedere
un elenco delle immagini cloud disponibili. Scegliere
quella relativa alla corrente distro del server (:code:`buster` al momento)
quindi la penultima voce, prima di :code:`daily`, ovvero l'ultima stabile.
Fra i vari file elencati, copiare il link del :code:`generic-amd64-*.qcow2`,
collegarsi al server Proxmox che lo dovrà ospitare e, dopo aver creato
la macchina virtuale, eseguire
.. code:: bash
cd /opt
wget https://cloud.debian.org/images/cloud/buster/20201023-432/debian-10-generic-amd64-20201023-432.qcow2
# Importa il disco sullo storage local-lvm per la macchina con ID 100
qm importdisk 100 debian-10-generic-amd64-20201023-432.qcow2 local-lvm
A questo punto rimuovere il vecchio disco (che era stato creato automaticamente
dal wizard) dalla VM attraverso la GUI di Proxmox e "collegare"
il nuovo. Si estenda il disco (solitamente il template consta di 2GB quindi
è consigliabile incrementare almeno di 48 per arrivare a 50GB di root) e se
ne aggiunga un secondo da usare poi per le home. Aggiungere una porta seriale,
le porte di rete necessarie ed un volume Cloud-Init.
Una volta opportunamente valorizzata la tab "Cloud-Init"
sarà sufficiente avviare la VM perché Cloud-Init perfezioni la configurazione.
Una volta che la macchina è avviata attendere che unattended-upgrades installi
gli aggiornamenti quindi eseguire
.. code:: bash
fdisk /dev/sdb
# n
# p
# 1
# <enter>
# <enter>
# w
mkfs.ext4 /dev/sdb1
# Abilita controlli sul disco
tune2fs -c 50 -i 30d /dev/sda1
tune2fs -c 50 -i 30d /dev/sdb1
blkid
Si utilizzi il risultato di blkid per valorizzare il file :code:`/etc/fstab`.
Sostituire anche gli ultimi due valori nel disco di root con `1 0`
ed utilizzare invece `1 1` per il disco con le home.
Si esegua infine :code:`mount -a` e verificare attraverso il comando
:code:`df -h` che il disco sia stato montato correttamente.
Si può ora procedere alla rimozione di Cloud-Init (che creerebbe
solo disguidi d'ora in poi) ed alla configurazione vera e propria:
.. code:: bash
apt purge cloud-init
mv /etc/network/interfaces.d/50-cloud-init /etc/network/interfaces
apt install gnupg2 qemu-guest-agent nfs-common
apt install -t buster-backports ansible systemd
wget -O - https://archive.fuss.bz.it/apt.key | apt-key add -
sed -i 's/main/main contrib/g' /etc/apt/sources.list
echo 'deb http://archive.fuss.bz.it/ buster main contrib' >> /etc/apt/sources.list
apt update
apt install fuss-server fuss-backup
Migrazione soft da server FUSS 8 a server FUSS 10
=================================================
Proposta 2: Migrazione soft da server FUSS 8 a server FUSS 10
=============================================================
**Autore:** Marco Marinello
Al fine di semplificare la migrazione delle scuole dall'ottava versione di
FUSS Server e Client alla decima è possibile spezzare la migrazione in due.
......
******************
Incubatore di idee
******************
Questa sezione rappresenta una piccola vetrina di idee e proposte in fase di incubazione che debbono essere ancora approfonditamente testate. Hanno lo scopo di dare la possibilità
- a chiunque abbia delle proposte, di vederle pubblicate dopo una prima fase di approvazione da parte del team di progetto;
- a chiunque voglia, di visionare e/o testare tali proposte aggiungendo i propri commenti sulla mailing list **fuss-devel** https://www.fuss.bz.it/cgi-bin/mailman/listinfo/fuss-devel.
.. toctree::
:maxdepth: 2
incubatore/inst_server_da_debian_cloud
incubatore/migrazione_soft
......@@ -22,7 +22,8 @@ basata su Debian 10 "Buster".
bug-reporting
politiche
index-miniguide
index-incubatore
Contribuisci
""""""""""""
......
......@@ -17,80 +17,6 @@ Prima di mostrare come installare server e client, vediamo nella seguente figura
Un server FUSS deve avere almeno 2 interfacce di rete. La prima serve per la connessione alla WAN (Wide Area Network) mentre la seconda è collegata alla rete locale (LAN-1) della scuola. La presenza di una terza porta Ethernet sul server e di una seconda LAN nella scuola alla quale sono connessi degli access point WiFi sono i presupposti per poter installare sul server FUSS un captive-portal che offre la possibilità a dispositivi satellite di accedere ad internet previa autenticazione.
.. _serverdaupstream:
Installazione di FUSS Server partendo da Debian Cloud upstream
==============================================================
Se si vuole installare velocemente un server virtualizzato
partendo da una versione aggiornata di Debian la scelta migliore è
sicuramente partire da un disco messo a disposizione direttamente da Debian.
Recandosi su https://cloud.debian.org/images/cloud/ è possibile vedere
un elenco delle immagini cloud disponibili. Scegliere
quella relativa alla corrente distro del server (:code:`buster` al momento)
quindi la penultima voce, prima di :code:`daily`, ovvero l'ultima stabile.
Fra i vari file elencati, copiare il link del :code:`generic-amd64-*.qcow2`,
collegarsi al server Proxmox che lo dovrà ospitare e, dopo aver creato
la macchina virtuale, eseguire
.. code:: bash
cd /opt
wget https://cloud.debian.org/images/cloud/buster/20201023-432/debian-10-generic-amd64-20201023-432.qcow2
# Importa il disco sullo storage local-lvm per la macchina con ID 100
qm importdisk 100 debian-10-generic-amd64-20201023-432.qcow2 local-lvm
A questo punto rimuovere il vecchio disco (che era stato creato automaticamente
dal wizard) dalla VM attraverso la GUI di Proxmox e "collegare"
il nuovo. Si estenda il disco (solitamente il template consta di 2GB quindi
è consigliabile incrementare almeno di 48 per arrivare a 50GB di root) e se
ne aggiunga un secondo da usare poi per le home. Aggiungere una porta seriale,
le porte di rete necessarie ed un volume Cloud-Init.
Una volta opportunamente valorizzata la tab "Cloud-Init"
sarà sufficiente avviare la VM perché Cloud-Init perfezioni la configurazione.
Una volta che la macchina è avviata attendere che unattended-upgrades installi
gli aggiornamenti quindi eseguire
.. code:: bash
fdisk /dev/sdb
# n
# p
# 1
# <enter>
# <enter>
# w
mkfs.ext4 /dev/sdb1
# Abilita controlli sul disco
tune2fs -c 50 -i 30d /dev/sda1
tune2fs -c 50 -i 30d /dev/sdb1
blkid
Si utilizzi il risultato di blkid per valorizzare il file :code:`/etc/fstab`.
Sostituire anche gli ultimi due valori nel disco di root con `1 0`
ed utilizzare invece `1 1` per il disco con le home.
Si esegua infine :code:`mount -a` e verificare attraverso il comando
:code:`df -h` che il disco sia stato montato correttamente.
Si può ora procedere alla rimozione di Cloud-Init (che creerebbe
solo disguidi d'ora in poi) ed alla configurazione vera e propria:
.. code:: bash
apt purge cloud-init
mv /etc/network/interfaces.d/50-cloud-init /etc/network/interfaces
apt install gnupg2 qemu-guest-agent nfs-common
apt install -t buster-backports ansible systemd
wget -O - https://archive.fuss.bz.it/apt.key | apt-key add -
sed -i 's/main/main contrib/g' /etc/apt/sources.list
echo 'deb http://archive.fuss.bz.it/ buster main contrib' >> /etc/apt/sources.list
apt update
apt install fuss-server fuss-backup
Installazione di FUSS server dal template cloud-init ready
==========================================================
......
Markdown is supported
0% or .
You are about to add 0 people to the discussion. Proceed with caution.
Finish editing this message first!
Please register or to comment